Gli elementi che differenziano fra loro i modelli di prato sintetico sono diversi, comprenderli è fondamentale per scegliere il prodotto adatto alle proprie esigenze (e alla propria disponibilità economica). I principali fattori sono:
spessore (generalmente espresso in mm) peso (generalmente espresso in gr/Mq) densità (generalmente espressa in punti/Mq) qualità del filato struttura del manto (presenza o meno di un sottofondo) tonalità (presenza o meno di effetti bicolore)

SPESSORE

Rappresenta lo spessore totale del prodotto (generalmente viene espresso in mm). Ovviamente a spessore maggiore corrisponde una resistenza maggiore (e quindi una durata maggiore nel tempo), oltre a questo lo spessore è un buon indicatore del modello di prato sintetico per comprendere la fascia di prodotto e la sua verosimiglianza ad un prato naturale. Tuttavia è importante tenere conto anche di altri due fattori: densità e struttura del manto. Infatti un prodotto con uno spessore elevato ma con una densità limitata e senza un sottofondo avrà la tendenza a schiacciarsi rendendo quindi necessario spazzolare il manto di tanto in tanto oppure ricorrere all’intasamento.

PESO

Non incide direttamente sulla qualità del prodotto, ma può ugualmente essere valutato per confrontare fra loro i modelli di prato sintetico. Un prodotto più pesante, infatti, avrà sicuramente una densità maggiore e quindi sarà qualitativamente migliore. Il più diretto effetto del peso del prodotto è quello di incidere sulla posa: un prodotto più pesante avrà la tendenza a restare più stabile e a non subire spostamenti o l’effetto di una folata di vento, pertanto sarà più semplice da posare. Generalmente il peso del prodotto è espresso in gr/Mq.

DENSITÀ

Insieme allo spessore il fattore più importante per comprendere la fascia del prodotto. Un prato sintetico con una densità elevata risulterà più folto e quindi più gradevole al tatto, oltre a mantenersi stabile e non tendere allo schiacciamento. E’ indicato in punti/Mq.

QUALITÀ DEL FILATO

Il filato rappresenta l’elemento che simula il filo d’erba in un prato sintetico. Dal momento che è realizzato in materiale sintetico, inevitabilmente, a qualità di filato maggiore corrisponderà una qualità di prodotto maggiore (e quindi anche un prezzo maggiore). Il più diretto effetto della qualità del filato si percepisce nella morbidezza del manto che risulterà più gradevole al tatto.

STRUTTURA DEL MANTO

Un fattore che caratterizza la stabilità del prato sintetico, in presenza di una densità non elevatissima, è la presenza di un sottofondo che sostiene la base del manto rendendo quindi il prodotto più morbido e più folto. La presenza di un sottofondo elimina sia la necessità di intasamento (con sabbia o materiali inerti), sia l’esigenza di spazzolare il prato sintetico in quei prodotti che diversamente tenderebbero a schiacciarsi. In pratica un prodotto con sottofondo è immediatamente pronto dopo la posa e riduce al minimo ogni intervento di manutenzione. Il sottofondo inoltre viene realizzato in diversi colori: giallo paglierino che rende il prato sintetico molto simile ad un prato naturale inserendo una certa casualità nell’effetto estetico, oppure verde come il manto creando un effetto finale più regolare.

TONALITÀ

Un elemento che differenzia l’effetto estetico di un prato sintetico dopo la posa è una variazione di tonalità nel filato e/o nel sottofondo (che generalmente viene definito ‘effetto bicolore’). Questa variazione di tonalità arricchisce di sfumature il manto rendendolo estremamente gradevole soprattutto se esposto alla luce del sole.

Le informazioni contenute nel presente documento hanno una finalità puramente informativa, le specifiche dei prodotti indicati possono subire variazioni senza alcun preavviso. È vietata la duplicazione di questo documento senza autorizzazione scritta.

Copyright © 2012 - 2019 Tewa Sas, tutti i diritti riservati.
Tewa Sas via Medini, 14 44122 - Ferrara
p.iva/CF 01776890384
Tel/Fax 0532.54203 - Cell 333.6560527
Registro Imprese di Ferrara n. REA 197021
Capitale Sociale euro 10.000,00 i.v.